Vi presento Darren McFadden !!!

This post is also available in: Inglese

mcfadden_cp_0

Deal!!!

E’ Darren McFadden, nato a North Little Rock, Arkansas il 27 Agosto 1987, scelto al primo giro (quarta scelta assoluta) dagli Oakland Raiders nel draft 2008, il primo free agent “di peso” individuato dallo staff Cowboys per sopperire alla partenza di Demarco Murray. Probabilmente assisteremo, come già detto in altri articoli, alla scelta di un runningback al prossimo draft, ma aver portato un giocatore veterano a roster dà la possibilità di attuare più frequenti rotazioni in un reparto cruciale per il tipo di gioco sviluppato lo scorso anno dal coaching staff.

Vediamo da vicino chi è Darren McFadden.
Diplomato presso la Oak Grove High School situata nel paese natale, si è contraddistinto nel football, baseball e corsa su pista (sprinter). Nel football ricopriva la posizione di runningback e di safety, vincendo nel suo anno da senior il Landers Award che lo rese uno degli atleti più seguiti dell’Arkansas. Seguito da più università del profondo sud americano, scelse l’Università di Arkansas.
Nel ruolo di runningback, sotto la guida di coach Houston Dale Nutt Jr., già nel suo primo anno di college, 2005, si contraddistinse eguagliando il numero di yard corse per un freshman nella storia del team (1.113 yard, 11 td in 176 tentativi). Segnaliamo anche il suo primo pass di 13 yard in un delicato quarto tentativo contro LSU.
Nel 2006, dopo un lento inizio causa infortunio (lussazione di un dito del piede) accorso in un night club, ottenne il record di yard corse nella storia dell’Università di Arkansas (1,647), lanciò tre td e divenne un first team All America. Inoltre si piazzò secondo per il premio Heisman Trophy (dietro al qb Troy Smith).
Dichiaratosi fin dall’inizio della stagione 2007 eleggibile per il draft 2008, iniziò l’anno con una striscia di 5 partite con 100 e più yards, con apice la sfida contro South Caroline Gamecocks che gli permise di arrivare allo stesso yardaggio del Southeastern Conference single-game rushing record con 321yard. Per il secondo anno di fila (e secondo giocatore nella storia a riuscirci) vinse il presigioso Doak Walker Award, oltre a numerosi altri premi nazionali (fra i quali il Southeastern Conference Offensive Player of the Year by SEC coaches e il Walter Camp Award).
Come menzionato sopra, si rese eleggibile al draft 2008. Nelle combine fece registrare il secondo miglior tempo nei 40 tard dash (4.27 unofficial, 4,33 official dietro solo a Chris Johnson 4,24).
Gli Oakland Raiders lo scelsero al primo giro (quarta scelta assoluta) con un contratto di sei anni da oltre 60 milioni di dollari di cui 26 garantiti.
Qui i primi due anni non furono eccezionali, complice numerosi infortuni che subì (2008 pollice del piede destro, 2009 infortunio al menisco).
Il 2010 sembra l’anno della riscossa con prestazioni davvero eccellenti sino all’ennesimo infortunio, questa volta al tendine del ginocchio, che gli fece saltare alcune week. Nonostante ciò  le sue prestazioni in campo  furono di tutto rispetto: McFadden finì la stagione 2010 fra i 5 most-productive NFL running backs corse 1,157 yards, ricevute 506 yards, 10 td (7 rushing, 3 receiving, 4 in una sola partita!), e  1,663 total yards, 6 games con 100 yards rushing.
La stagione 2011, iniziata sotto cattivi auspici (rottura dell’osso orbitale dell’occhio sinistro durante il training camp causato da un violento scontro con un compagno di squadra), si aprì in modo scoppiettante con una week 1 da 150 yard ed altre ottime prestazioni che gli valsero il premio FedEX Ground NFL Player of the Week, per concludersi però con un grave infortunio alla caviglia che lo costrinse a terminare la stagione dopo week 7.
Gli anni 2012 e 2013 fotocopia degli anni precedenti: ottime prestazioni ma parte della stagione saltata causa infortunio (2012 forte slogatura alla caviglia, 2013 tendine del ginocchio).
Lo scorso anno, 2014, rifirmato dagli Oakland Raiders, per la prima volta nella sua carriere riuscì a giocare in tutte le 16 partite di regular season.
Facciamo i nostri migliori auguri a questo nuovo ‘Boys, che dopo tanta sfortuna riesca a esprimersi ai suoi massimi livelli e riesca a trovare la condizione fisica migliore e quel pizzico di fortuna sufficiente a tenersi lontano dagli infortuni in modo tale da contribuire in maniera significativa alla nostra causa!!
Benvenuto Darren McFadden!

Print Friendly, PDF & Email

One Comments

  1. Reply Post By ingo65

    sono contento, a me è sempre piaciuto fino allo scorso anno, certo ci sono i dubbi per gli infortuni e nell’ultima stagione l’ho visto un pochino bollito ma va bene, magari poi prendiamo anche un rookie da tirare su

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.