Un annata straordinara dal punto di vista Offensivo

Tornando a dare uno sguardo globale alla stagione 2016, partiamo oggi ad esaminare l’operato dell’Attacco, grazie alle 300 e più statistiche che la NFL fornisce ogni anno…no tranquilli non le prenderemo in considerazione tutte, ma vi basti sapere che basta dare un occhiata alle più importanti per accorgersi che straordinaria annata sia stata questa per il reparto offensivo.

Tutto ciò diventa ancora più straordinario se pensiamo che l’Attacco era guidato d un QB rookie scelto al quarto giro, largamente ignorato da tutte le altre squadre, che ha poi superato abbondantemente le performance di buona parte degli altri QB della lega con stipendi da $25 Milioni e oltre. A caval donato non si guarda in bocca, ed è meglio quindi mettere a nanna tutti i dubbi e le perplessità su un giocatore come Prescott, le cui performance miglioreranno pure con l’esperienza e il passare delle partite.

Come dicevo mi riferirò solo alle statistiche più importanti, utilizzando come termini di paragone le ultime cinque annate.

Punti a Partita (5°)

I Cowboys sono risultati 5° per Punti a Partita nella NFL con 26.3, dietro ad Atlanta, NO, NE e GB. Hanno realizzato 50 punti più della media NFL e 30 punti più della media delle squadre arrivate ai Playoff.

Nelle 3 stagioni in cui sono arrivati 5° (2013/14/16) la differenza è abbastanza irrilevante, NE è sempre stata sopra di noi in questa classifica e per due anni si sono aggiunti Denver e GB (Brady, Payton Manning e Rodgers), tanto basta per vincere la NFC East e primeggiare nella NFC in generale da un punto di vista di Punti Segnati.

Yards per Partita (5°)

Ancora 5° con un ottimo numero di 376 yards a partita, stabilendo il record di franchigia con ben 9 partite da 400+ yards. Meglio dei Cowboys hanno fatto NO, Atlanta, Washington e NE, la media NFL è stata 350 quella delle squadre che hanno raggiunto i Playoff 359.

Come vedete la statistica dei cinque anni è piuttosto ondivaga (6°, 16°, 7°, 22°, 5°) e non ci sono particolari correlazioni con i punti segnati, ma il 2016 è stato il miglior piazzamento e potrebbe anche far pensare ad un trend di aggiustamento delle difese in generale nella NFL.

Conversione su Terzo Down (10°)

Questa della 3rd down offense è forse la statistica più importante, specialmente se si vuole essere una squadra improntata alle corse, i terzi down sono situazioni che capitano almeno una dozzina di volte in una partita e infatti Dallas ha una media di 11.8 terzi down a partita da affrontare. Ne hanno convertiti il 42.3% (80 su 189) per il 10° posto nella Lega.

La media NFL è 39.7%, quella delle squadre dei Playoff 40.3%. 10° è una buona posizione, ma con il dovere di tentare di migliorare per il 2017. Questa è la statistica in cui i Cowboys 2014 sono stati decisamente superiori. Il trend dei 5 anni è stato 5°, 25°, 2°, 27°, 10°, anche qui le montagne russe sono evidenti e serve stabilizzare questa importantissima statistica.

Palle Perse (5°)

E’ importante produrre yards e punti, ma se poi ti spari nel piede buttando via palloni, il tuo sforzo viene vanificato. La media della Lega è 22 palle perse, per le squadre che hanno raggiunto i Playoff la media è 18.

Pensavo che 15 palle perse portassero ad una migliore posizione, ma Atlanta, NE, Buffalo e Oakland, hanno fatto meglio. I Cowboys negli ultimi 5 anni si sono piazzati 25°, 8°, 20°, 31° e 5°, ancora una volta quello di quest’anno è stato il risultato migliore. Vedete bene come per avere una stagione al top serva mettere yards, punti e non perdere palloni, la barra è settata piuttosto alta nella Lega e guarda caso al Super Bowl ci vanno Atlanta e NE.

In queste che ritengo le categorie più importanti i Cowboys sono tra i top della Lega, ci sono una marea di altre classifiche in cui comunque i Cowboys non sfigurano e al massimo si barcamenano in media con il resto della lega. Proviamo a vederne qualcuna.

  • 3° down e 10+ 18° con una media del 20.4% (Media NFL 20.5%)
  • Giochi da 20+ yds 22° sono finiti terzi nei giochi da 10+ yards, ma i big plays sono sotto media NFL
  • Passaggi da 20+ yards 28° Vedi sopra
  • Yards after catch 25° i Cowboys sono finiti quasi 400 yards sotto la media delle squadre dei Playoff in questa statistica
  • Yards nette su passaggio a partita 23° 15 yards a partita sotto la media della NFL
  • Drives cominciati in territorio avversario 26° il che significa che pochissime volte è stato dato all’Attacco il campo “corto”
  • Possessi Offensivi 29° ma è una statistica che non stupisce perché i Cowboys giocano partite a pochi possessi

Alcuni di questi numeri dipendono dallo stile di gioco che i Cowboys hanno scelto che limita i passaggi e che si basa sul possesso, seppure abbiano in diversi casi mostrato l’abilità di avere successo anche se avessero passato di più la palla. Ma hanno comunque dominato via terra, e credo che sarà un leitmotiv che ritroveremo anche il prossimo anno.

In conclusione ci sono davvero tantissimi numeri positivi che testimoniano la grandezza di questo Attacco, ma come abbiamo visto non siamo l’unica “élite Offense” della Lega, anzi…quindi o si bilancia il roster, o si deve convivere con qualche punto debole. Nei prossimi giorni vedremo come è andata in Difesa.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.