Tutto quello che volevi sapere ma non hai mai osato chiedere sulla Free Agency NFL

La Free Agency (FA) 2021 partirà il 17 Marzo 2021 e da quel momento tutti i Team NFL sono autorizzati a negoziare con i giocatori disponibili detti “free agents”, il cui contratto con il rispettivo team di appartenenza è appunto scaduto.

Per semplificare a tutti i lettori del blog la comprensione delle dinamiche della FA e prima quindi di addentrarsi nelle vicende dei nostri amati Dallas Cowboys, ecco di seguito un glossario di termini più usati in Free-Agency NFL:

1- Unrestricted Free Agent (UFA): è un qualsiasi giocatore con almeno quattro stagioni NFL maturate e un contratto scaduto. Gli UFA sono liberi di negoziare e firmare con qualsiasi altra squadra, a meno che non vengano taggati (per la definizione di TAG vedi la parte sottostante) dalla loro squadra originaria.

Nel 2019 ad esempio i Dallas Cowboys hanno perso Byron Jones che è andato ai Miami Dolphins in quanto il Front Office dei Cowboys ha preferito non offrirgli il contratto richiesto dal forte CB (grazie a tale cessione verrà ricevuta una compensatory pick al 3° round).

2- Restricted Free Agent (RFA): è un qualsiasi giocatore con meno di quattro stagioni NFL maturate e un contratto scaduto. Gli RFA sono liberi di negoziare e firmare con qualsiasi squadra, ma la loro squadra originale può offrire loro una delle varie offerte (“tenders”) che sono classificate di seguito:

First-round tender: si può offrire un contratto max di un anno. Se la squadra originaria del giocatore decide di non pareggiare un eventuale offerta arrivata da un’altra squadra, si ha automaticamente diritto a una scelta al primo giro al prossimo Draft dalla nuova squadra che ha avanzato un’offerta per quel giocatore.

Second-round tender: come sopra solo che la Draft compensation è una scelta al secondo giro al prossimo Draft.

Original-round tender: come sopra solo che la Draft compensation è una scelta al prossimo Draft corrispondente al giro originale del draft in cui era stato scelto quel giocatore

Right-of-first-refusal tender: come sopra solo che non c’è una Draft compensation

Nel 2016 Dallas ad esempio aveva piazzato un Second-round tender per la G Ronald Leary e lo aveva poi tenuto a roster grazie al fatto che nessun Team aveva avanzato alcuna offerta.

3- Exclusive Rights Free Agent (ERFA): è un qualsiasi giocatore con meno di tre stagioni NFL maturate e un contratto scaduto. La sua squadra originale può offrirgli un contratto di un anno al minimo salariale e il giocatore non può negoziare con altre squadre.

Nel 2020 Dallas ad esempio ha tenuto il DT Antwaun Woods come ERFA visto che il giocatore aveva finito il suo contratto di 4 anni ma i primi 2 anni li aveva impiegati in Practice Squae dei Tennessee Titans.

TAG

Non-Exclusive Franchise Tag (NEFT): un giocatore che riceve tale tag franchising non esclusivo è libero di negoziare con altre squadre. Il giocatore riceve un contratto di un anno con uno stipendio fissato dalla lega.

Le squadre che utilizzano il tag franchising non esclusivo detengono il diritto di prelazione sul giocatore. Ma se quest’ultimo accetta un’offerta di un’altra squadra, la squadra precedente del giocatore ha cinque giorni per pareggiare l’offerta: se l’offerta di cui sopra non viene pareggiata, la squadra originaria del giocatore avrà diritto a un risarcimento in termini di Draft compensation equivalente a due scelte al primo turno.

Exclusive Franchise Tag (EFT): un giocatore che riceve il tag di franchising esclusivo non può negoziare con altre squadre. Il giocatore riceve un contratto di un anno con uno stipendio fissato dalla lega.

Nel 2019 i Dallas Cowboys hanno taggato con EFT il QB Dak Prescott che quindi è rimasto in Texas, però senza il tanto sperato contratto a lungo termine.

Transition tag: un giocatore che riceve il tag di transizione è libero di negoziare con altre squadre. Se un tale giocatore accetta un’offerta da una nuova squadra, la sua ex squadra ha cinque giorni per pareggiare tale offerta. Tuttavia, se la sua ex squadra decide di non pareggiare l’offerta, non c’è alcun compenso per il draft pick legato al tag di transizione.

Multiple franchise tags: quando un giocatore riceve il franchise tag per la seconda volta, gli deve un aumento del 120 percento del suo precedente stipendio per il franchise tag (e così via ad ogni aumento del n° di tag)

Ad esempio, il DE DeMarcus Lawrence ha ricevuto il franchise tag dai Cowboys nel 2018 e ha guadagnato in quella stagione $ 17,143 milioni e poi è stato taggato ancora nel 2019. Se non fosse poi arrivata un’estensione a lungo terminecon dallas, Lawrence avrebbe guadagnato $ 20,5716 milioni (il 120% del suo stipendio 2018) poiché era il suo secondo franchise tag.

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.