True Blue Board 2016 – Andre Edition

This post is also available in: Inglese

Per cominciare, lasciatemi dire che tutto questo materiale sulla Combine ha bisogno di essere messo in prospettiva. Come fan della NFL, siamo molto fortunati, fortunati perché a differenza della NBA, NHL e MLB, si arriva a conoscere i prospetti che entrano al Draft molto prima e molto meglio. A differenza di queste altre leghe che permettono di partecipare al Draft i 18/19enni provenienti da scuole superiori o squadre di leghe minori, nella NFL si arriva a vederli giocare in un college per almeno 3 anni. Questo è ciò che conta: le partite che hanno giocato al college. La Combine è uno strumento per confermare i tratti atletici che abbiamo visto nei video. Questo non vi parlerò di giocatori che hanno performato come previsto, ma di quelli che hanno avuto performance “anomale”. Perché i veri vincitori della Combine sono quelli che ci hanno sorpreso e hanno fatto meglio, o peggio, di quanto ci aspettassimo. Quindi, bisogna tenere ciò a mente quando si analizzano i risultati della Combine. Siamo alla ricerca di giocatori di Football, non di atleti da far partecipare alle Olimpiadi.

Come si sono comportate le potenziali 4° scelte assolute dei Cowboys ?

Joey Bosa: Molto è stato detto a proposito dei drills di Bosa a Indianapolis. Come spesso capita quando c’è tanta attesa per una prestazione in particolare, questa è stata sopravvalutata o sottovalutata. La semplice realtà dei fatti è che Bosa ha avuto una Combine buona. E’ così forte vedendolo in video, che posso capire le aspettative alte, ma solo perché non ha avuto una prestazione a livello di quella di Watt, non vuol dire che non sia il miglior giocatore di questa classe. Bosa si è anche comportato anche molto bene negli esercizi di agilità e ha mostrato una buona esplosività con il suo risultato nel salto da fermo. Ancora più importante, per quanto potreste essere delusi dal suo tempo sulle 40 yds, il suo tempo di 1,69 secondi sulle 10 yard è molto buono, io non so voi, ma non riesco a pensare ad un qualsiasi DE che che debba correre regolarmente 40 yards. Bosa ha mostrato tutto il necessario per giustificare un pick nella top 5 e rimane il mio migliore prospetto fra i DL del Draft e il migliore prospetto in assoluto. Speriamo che il risultato di questa Combine faccia sottovalutare Bosa a chi sceglie davanti ai Cowboys, perché a Dallas potrebbe essere un giocatore davvero speciale.

Jalen Ramsey: Era annunciato come un atleta al di fuori del normale, e lo ha confermato. Nessuna sorpresa particolare quindi. Ramsey potrebbe essere una grande scelta per Dallas e formerebbe un duo davvero intrigante con Byron Jones. Non è ancora perfetto nella copertura sulla la linea laterale come CB, ed i suoi drills non hanno cambiato questa percezione. In realtà è stato un po’ deludente negli allenamenti quando si trattava di tenere traccia del pallone e delle sue abilità complessive col pallone. Forse la nota più importante nella Combine di Ramsey è stata la sua lunghezza delle braccia assieme alla sua prestazione sulle 40 yds e sui salti. La Combine di Ramsey sarà considerata come un plus, e non aggiunge molto alle nostre già alte aspettative. Ha confermato il suo status di prospetto superiore nella classe dei DB, e come top 5 in generale.

Zeke Elliott

Zeke Elliott

Zeke Elliot: Sto aspettando che la gente inizi finalmente a riconoscere che Elliot è degno di una scelta da top 5-10. Di certo lo ha dimostrato negli ultimi due anni ad Ohio State, e lo ha confermato alla Combine. In realtà sono rimasto sorpresa dal suo tempo sulle 40 yard. Mi aspettavo che corresse più sui 4.5, visto che la sua velocità in progressione era una zona du cui avevo qualche dubbio, mi ha completamente smentito correndo in 4,47. Uno dei RB più completi che abbiate mai visto, è un talento davvero speciale. Se fossi i Cowboys lo considererei attentamente alla 4, specialmente se Bosa e Jack non fossero più disponibili.

QB’s: Goff e Wentz hanno continuato a separarsi quali migliori prospetti nella posizione. Mi è parso che Goff abbia fatto meglio nei drills, Wentz ha mancato un paio di lanci, ma la release di Wentz e il posizionamento palla è comunque apparso buono. Molti analisti sui media in realtà hanno detto che Wentz è apparso il migliore dei due. Come spesso accade con queste cose, si parla meglio del prospetto che si è sostenuto di più sino a quel momento, e io continuo a pensare che Goff è il prospetto migliore. Sicuramente non si può negare che Wentz abbia fatto tutto quello che doveva e anche di più per mantenere l’hype attorno a lui. Piccola nota, la misura della mano di Goff è risultata un po’ piccola, ma non abbastanza piccola da spaventare qualcuno.

Myles Jack: Sarebbe una scelta perfetta per i Cowboys. Non ha partecipato a nessun test atletico in Indy, ma è stato misurata a 245 lbs (meglio del previsto) e ha sollevato peso sulla panca. Jack è avanti nel suo programma di recupero, e farà tutti gli eventi al Pro Day di UCLA. Segnatevi il 25 Marzo sul calendario !

DeForest Buckner: Non abbiamo ancora parlato di lui e della linea difensiva, ma voglio dirvi due cose rapidamente siccome alcuni lo vedono come un potenziale top 5. Io non lo vedo adatto alla difesa Cowboys, è solo un DE da 3-4, e lo ha confermato con un tempo lento (come previsto) sulle 40. Lui è così alto che mi riesce difficile vederlo giocare come un DT 3-tech su 3 down, anche se ha mostrato una buona capacità di rusher in quella posizione sui terzi down. Se fossi Dallas non lo prenderei in considerazione.

Winners

Jason Spriggs: Uno dei migliori di tutta la settimana. E’ stato uno dei top performer nella sua posizione in tutto tranne che nei 3 coni. Non una need per i Cowboys, ma dovrebbe essere in grande salita dopo la sua settimana a Indy.

Menzione d’onore: Jack Conklin il LT di Michigan State ha sorpreso un po’ tutti con le sua capacità atletiche, molto meglio del previsto. Lo stesso vale per due dei migliori prospetti come OL interni in questo Draft, Cody Whitehair e Ryan Kelly, altri due che escono da Indy con le loro azioni in salita e con buone possibilità di andare nel 1° round.

Josh Doctson: Ci aspettavamo che ci sarebbe stato un netto vincitore nel gruppo dei WR, un gruppo con un sacco di profondità, ma con poca separazione in alto. In realtà, non si capiva chi potesse essere il 2° migliore WR del Draft. Dopo la Combine, si è capito che potrebbe essere Doctson. Tra le migliori mani di questa classe e una buona altezza, ha anche mostrato una velocità adeguata (4,50 sulle 40) tanto da poterlo considerare un potenziale WR N.1. E’ stato anche eccezionale nei salti, confermando la sua supremazia come un catcher di palloni contestati.

Menzione d’onore: Derrick Henry non merita considerazioni nella top 10 come Zeke Elliott. Non è altrettanto completo e la sua capacità di fermarsi e ripartire è in dubbio. Tutto ciò è stato confermato dai non brillanti test di agilità ad Indy. Ma meglio non fare errori, Henry è un talento raro per le sue dimensioni, e un atletica straordinario. Ha lasciato una grande impressione e ha confermato il suo status di RB N.2 in questo Draft.

Daron Lee: Ha fatto esattamente quello che ci si aspettava, con una Combine davvero, davvero buona. Ha dominato la corsa, i salti e i sollevamenti pesi, è stato in tutto il migliore tra i LB’s. E’ veramente un atleta speciale, che purtroppo, dopo questa performance non sarà disponibile per i Cowboys all’inizio del secondo giro.

Emanuel Ogbah: Ogbah è stato un pass rusher molto produttivo a livello collegiale, con una buona

Emmanuel Ogbah

Emmanuel Ogbah

stazza e forza. Ma il suo tempo sulle 40 e le 10 yard split (4.62 e 1.59 rispettivamente) sono stati assolutamente sorprendenti a 273 libbre. Questi risultati mi fanno pensare che ci potrebbe essere più potenziale non-sfruttato di quello che pensavamo inizialmente. Riguardandolo, sembra che abbia bisogno di migliorare la sua tempistica sullo snap che potrebbe permettergli di approfittare di questo primo passo esplosivo. Non è ancora perfetto, e non è il più agile tra gli atleti, e lo ha confermato negli allenamenti. Le sue azioni sono sicuramente in aumento, non sta solo mostrando un potenziale maggiore, ma potrebbe diventare anche una valida opzione per squadre che utilizzano la 3-4. Come Lee, probabilmente non è più un’opzione per la seconda scelta di Dallas.

Menzione d’onore: Come con Ogbah, sono rimasto sorpreso dai test atletici di Shaq Lawson. Aggiungiamoci la sua impressionante produzione e la sua scelta dovrebbe avvenire sicurtamente nel 1° giro. Un prospetto in risalita negli ultimi tempi è Kamalei Correa un LB/DE “ibrido” da Boise St. Doveva fare bene e l’ha fatto, ha un atletismo davvero intrigante e del potenziale per poter essere sviluppato in un buon rusher esterno. Potrebbe essere un’opzione per Dallas nel 2° giorno, se non va via anche lui prima.

William Jackson III: Già uno dei miei CB’s preferiti del Draft, grande stazza, ha davvero alzato il suo valore ad Indy. Ne abbiamo parlato nell’analisi dei CB la scorsa settimana, il tempo sulle 40 sarebbe stato molto importante per questo gruppo, e Jackson ne è il grande vincitore. I suoi 4.37 sulle 40 a 180 cm e 189 libbre è davvero impressionante, e va aggiunto ai suoi 23 pass breakups con cui ha guidato la FBS  e i 5 INT in stagione. Credo che non solo è certo di andare nel 1° round, ma ora potrebbe davvero essere il 2° CB scelto dopo Ramsey.

Menzione d’onore: Eli Apple merita sicuramente una menzione per il suo 4,40. Come Jackson aveva già l’altezza (183 cm), ora che ha mostrato la velocità dovrebbe essere anche una scommessa abbastanza sicura per andare nel 1° giorno.

Disappointing

Darian Thompson: Thompson arrivava alla Combine sull’onda di una grande aspettativa dopo una grande settimana al Senior Bowl. Molti lo consideravano la migliore Safety del Draft, la sua performance a Indy è stata deludente e ha abbassato di molto il suo hype. Le sue possibilità di andare alla fine del 1° giro sono decisamente diminuite. Questa potrebbe essere una buona cosa per i Cowboys, potrebbe essere una scelta interessante nei primi pick del 2° giorno e formerebbe con Byron Jones un duo di safety complementari.

Noah Spence: Come per Thompson, le azioni di Spence erano in rialzo, dopo una buona settimana al Senior Bowl, ma la performance di Indy è stata deludente. Ha avuto un buon parziale di 10 yard (1,62), e ha fatto bene con il salto da fermo. A parte ciò è stato quasi sempre “outperformed” dai vari Correa, Lawson, e Ogbah che non hanno per altro gli stessi problemi fuori dal campo. Spence è ancora un grande talento sull’esterno, ed è meritevole a mio parere, di un pick al 1° giro. Con un peso “leggero” di 251 lbs, credo che tutti si aspettassero un po’ di più per giustificare una sua scelta nella top 15.

Su’a Cravens: Uno dei miei giocatori preferiti, è stato davvero una delle più grandi delusioni di tutta la settimana. Rimane un talento da primo giorno per me, e penso che sia interessante come ha sotto performato proprio come fece Shaq Thompson un anno fa (probabilmente il suo miglior confronto NFL). Ha deciso di non correre le 40 yds ed è stato davvero deludente nei suoi salti. Dovrò tornare a rivedere i suoi filmati, perché in video è apparso esplosivo e ha dimostrato la capacità di correre e coprire i WR’s, TE’s e i RB’s del college football. Potrebbe essere stata solo una brutta giornata o forse non è a correre “in mutande”, chi lo sa. Attenzione a Cravens, se scendesse al 2° o addirittura all’inizio del 3° round, sarebbe un giocatore perfetto come WLB e SS ibrido nella Difesa di Marinelli.

Il gruppo dei WR: Questo rimane un gruppo profondo, ma è un gruppo che manca del tipico potenziale wideout N.1 per la NFL. Ciò è stato confermato ad Indianapolis, in particolare sulle 40 yds, questo è stato il gruppo di WR più lento dal 2011. Diversi WR che combattevano per una top 50, hanno perso una grande occasione correndo più lenti del previsto.

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.