Training Camp 2019 – News and Notes

Dopo quasi due settimane di Camp e 8 allenamenti di cui 6 completi di protezioni, è bene fare un punto della situazione sottolineando alcuni argomenti tra i più interessanti pescati in rete. Naturalmente non potendo essere presenti e seguire in diretta tutto ciò che accade ad Oxnard, l’unica cosa che possiamo fare è appoggiarci a chi ha la fortuna di seguire dal vivo la squadra, ed in questo caso sfruttiamo le informazioni che ci offre Jon Machota.

Sono due i giocatori che si stanno contendendo la palma di miglior giocatore del Camp, ed entrambi giocano in Difesa: Xavier Woods e Maliek Collins. La starting FS ha già intercettato 3 passaggi e sembra davvero indemoniato facendosi trovare in ogni parte del campo. Schierato uno contro uno con Witten è stato l’unico a riuscire a limitarlo e vincere le sfide. Nonostante i difensori non siano autorizzati a placcare i QB, Collins si è ritrovato molte volte in una posizione che durante una partita vera gli avrebbe fruttato un sack. Collins ha disposto a piacimento di qualsiasi Olineman lo affrontasse e si è sempre dimostrato estremamente in forma e rapido. Evidentemente l’infortunio al piede che lo ha tormentato nel tempo è davvero definitivamente guarito.

Con Byron Jones in fase di riabilitazione dopo l’operazione all’anca, con Awuzie si stanno alternando come starters Jourdan Lewis e Anthony Brown. E non solo i due stanno facendo un ottimo lavoro, ma subito dietro di loro stanno emergendo le qualità di Mike Jackson e Donovan Olumba. CB e LB sembrano a questo punto le due posizioni con maggiore profondità del roster dei Cowboys.

A proposito di LB’s LVE e Jaylon Smith stanno continuando la loro ascesa a tandem di LB più forte della Lega. La velocità sideline to sidleine del primo accoppiata alla capacità di pass rushing e di fare un big play del secondo, stanno rendendo la vita difficilissima ai runners della prima squadra.

Rimanendo nel reparto difensivo, con Lawrence a recuperare sulla sideline, è il secondo anno Dorance Armstrong a ricevere buona parte degli snap nel ruolo di LDE, anche se Marinelli ha già detto di avere intenzione di usarlo nelle rotazioni di entrambi i lati e anche come DT in fase di pass rush.

SI sa che la maggiore paura in questo periodo sono gli infortuni, al momento nei Cowboys sono fermi Sean Lee (non ve lo aspettavate eh ?), Zack Martin e Amari Cooper. Per il primo è una distorsione al ginocchio, Martin ha un disco della colonna infiammato e Cooper una botta al tallone. Tutte e tre non sembrano assolutamente situazioni preoccupanti al momento, e tutti e tre sono fermi senza alcuna fretta di accelerare il recupero.

Dak Prescott sta avendo un Camp che definiremmo solido. Certo non è mancato qualche intercetto, a differenza dei minicamp, ma la maggiore tendenza a effettuare lanci profondi ha portato ad aumentare leggermente il tasso di difficoltà dei passaggi effettuati. Cosa non è affatto cambiata, ma anzi migliorata è la sua capacità di estendere i giochi utilizzando le gambe e di guadagnare comunque yards di corsa. Col passare degli allenamenti inoltre, gli vengono date più possibilità di correre su giochi disegnati per questo. Per la posizione di N°2 al momento Cooper Rush sembra aver preso un deciso vantaggio su Mike White.

Il riposo forzato di Amari Cooper ha aperto a Gallup la possibilità di giocare come N°1 e il secondo anno ha sfruttato al massimo le occasioni che si sono presentate. Ha dimostrato di poter essere anche un ricevitore fisico vincendo parecchie palle contestate. La combinazione di Cooper, Gallup, Cobb e Witten dovrebbe finalmente dare a Prescott un arsenale molto proficuo specialmente in red zone. Tra gli altri, i giovani Jon’Vea Johnson e Reggie Davis si sono distinti con il primo che si fa preferire per un eventuale posto a roster grazie alla sua stazza.

L’assenza di Ezekiel Elliott, che continua ad allenarsi a Cabo San Lucas (…), ha aperto maggiori opportunità per il rookie Tony Pollard, una delle sorprese più belle nell’attacco dei Cowboys. Ha mostrato tutte le sue qualità e tutto il suo atletismo sia come runner che come ricevitore. Prescott lo ha definito come uno dei giocatori più entusiasmanti del camp e JJ si è detto certo che un progresso simile, se mantenuto, lo porterà a giocare diversi snap in regular season.

La crescita fisica e muscolare di Connor Williams si è fatta sentire, e sembra molto più sicuro di sé nel ruolo di LG. Giocare tra due totem come Martin e Smith sani, agevola ovviamente il compito.

Chiudiamo su una nota poco felice, la posizione di Kicker dove Brett Maher si sta continuando a dimostrare poco affidabile soprattutto nel range 30/40 yds. L’altro Kicker del Camp Kasey Redfern non è apparso più continuo di Maher.

Vi è piaciuto questo articolo ? Seguite il blog e volete supportare quello che facciamo ? Aiutarci è semplicissimo, potete effettuare una donazione diretta utilizzando il tasto “Donate Paypal” alla destra della pagina, o potete semplicemente fare qualche click sui banner pubblicitari che compaiono sempre a destra della pagina. Anche il più piccolo aiuto ci consentirà di fornirvi un prodotto sempre all’altezza delle vostre aspettative. Grazie !

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.