Le Pappardelle di Ennio – Draft Edition

Puntata speciale ! Le aspettavate ? Le volevate ? Non stiamo parlando delle gemelle Kessler, stiamo parlando di uno dei piatti forti del nostro Blog, le Pappardelle, che quest’anno tornano in un format leggermente diverso.

Intanto, vorrei che tutti voi vi immaginaste spettatori paganti (ci mancherebbe, JJ deve pur pagare le sue puttanelle), seduti su delle confortevolissime poltrone di velluto rosso, immersi in quella che è la meravigliosa struttura del Teatro Regio di Torino (sono patriottico io, per chi non sapesse com’è fatto il Regio di Torino…andate immediatamente a googlarlo). Siete li, appunto, comodi e rilassati, state per assistere all’ennesima rappresentazione di, siccome siamo anche la città dei gobbi (if you know what I mean), “Notre Dame de Paris”. Le luci si spengono, il sipario si apre e…

DANNAZIONE ! Perché il fondale e la scenografia non sembrano rappresentare per nulla la Parigi di fine 1400, bensì sembra di essersi ritrovati in quella bolgia di panzoni, tracannabirra e mangiapanini che è l’AT&T Stadium di Arlington, Texas ? Ebbene, in mezzo a questo delirio di texani affamati, mentre l’Orchestra Sinfonica di Londra riarrangia “How ’bout them Cowboys”, c’è un piccolo uomo che vuole solo divertirsi un po’, facendo della stand-up comedy giusto perché non ha altro da fare (purtroppo non sono pelato e non lavoro per La7, tantomeno mi piace parlare male di politici che mi pagano per parlare male di altri politici. Ah, nel caso, il mio numero di c/c è 1234 5678 9101 xxxx). La musica va scemando, il piccolo uomo si sposta verso il pubblico e inizia a parlare…

Benvenuti signori e signore, quest’oggi mi urge presentarvi tale Ezekiel Elliott. Eccolo qui ! Facciamo tutti un bell’applauso a questo giovanotto che non trova camicie della sua taglia !

Un RB arrivato con la pick #4 overall, mentre tutti stavano già menandoselo pensando a quanto cazzo sarebbe stato bello avere Ramsey in tandem con il rientrante Orlandone, anziché quello scarsone milionario di Carr e il fisico aero-spaziale Morris Claiborne, a cui pare sia già stato assegnato (per i prossimi 25 anni almeno) il Nobel per la Ricerca Scientifica.

Sia chiaro, non ho nulla contro il buon Zeke, anzi, mi garba e parecchio pensare che potremmo aver trovato il nuovo Adrian Peterson, ma sarebbe stato bello lasciare in panca i due “gemelli del touchdown…avversario”.

Ma parliamo, appunto, del nostro nuovo cavallo da corsa. Come ha già detto il mio manager e sceneggiatore, Roby “The Boss” Giani, è arrivata una macchina extralusso, con un motore da 300 cv e accelerazione da 0 a 40 yards in 4” e poco più. Una bestia, in grado di leggere i blocchi, saperli sfruttare, resistere ai tackle e sfinire qualsiasi difesa. Non solo, sa ricevere e se proprio si vuole lanciare dopo una bella play-action lo si può mettere anche in protezione al QB !!! Insomma, un fenomeno a tutti gli effetti.

Ma che cosa volevate di più ?

Come ? Abbiamo bisogno di migliorare la difesa ? Aspettate, facciamo salire il secondo ospite della serata, il magnate megamiliardario superpropietario dei Dallas Cowboys; ecco a voi: Jerry Jones !!!

Scusatelo, è un po’ scosso e rimane con lo sguardo fisso e la mascella cadente davanti alla board perché non gli hanno fatto tradare anche la moglie per rientrare al 1° giro per prendersi Paxton Lynch.

Non temete comunque, sta chiamando un dottore, vero Mr. Jones ? Un esperto chirurgo ? Che sa qualcosa che gli altri non sanno, che ha detto solo a voi perché lo pagate bene, mentre ad altri ha detto delle bugie ? Ahia, signor chirurgo, qua il Giuramento di Ippocrate ce lo siamo scordato eh ?!?!

Vabbeh, continuiamo, perché con il nostro 2° giro, JJ stupisce e ci fa volare in alto, così in alto che raggiungiamo le bestemmie che abbiamo scagliato quando Romo si è rotto alla seconda di regular season. Ecco il nostro secondo pick, Jaylon Smith da Notre Dame ! Un fenomeno, davvero, peccato che abbia UN piccolo problema, ha un solo ginocchio.

Ok, ho esagerato, le ginocchia le ha entrambe, ma di sana ne ha una sola. Non si sa quando e se tornerà a giocare e, soprattutto, come giocherà. Ma qualcuno sa qualcosa che altri non sanno a quanto pare e allora aspettiamo e vediamo, intanto un LB in più (in infermeria) lo abbiamo già.

Passiamo oltre, mr.Jones, potrebbe smetterla di fissare il culo alla mia ragazza ? Grazie…no mr.Jones, non la cedo per un 4° giro e la sua igienista dentale.

3° giro, altro difensore, questa volta un DT, Maliek Collins, da alcuni descritto come “un missile ciccione che si schianta contro le OL”. Lo sapevo che il nostro caro Luca Barbieri, in arte Blu, avrebbe fatto scoppiare qualche barbecue in suo onore. Si calmi griglia rovente, devo ancora parlare del suo beniamino  Charles Tapper, DE da Oklahoma…

Ecco, no no, non ha retto il colpo. Qualcuno chiami un dottore !

NO mr. Jones, n o! Non chiami QUEL dottore !

Lasci perdere, si è ripreso, possiamo continuare.

Allora, dicevamo, con Tapper, lo Husain Bolt dei DE, siamo arrivati al 4° giro e con la seconda pick  (compensatoria) arriva Dak Prescott QB che ha fatto la storia a Mississippi State. Il vice Romo sarà lui, con buona pace di quel pippone di Kellen Moore, che a me e Fox, ovvero Marco Volpi, non piace per niente perché è mancino, e (aggiungo io) ha pure una foto imbarazzante in Madden 16. Vai Kellen, orai puoi tornare a lanciare palloni a casaccio in practice squad (se ti va bene). Ah, giovane Dak, adesso sono serio, intanto vedi di imparare bene da Tonino come si gioca e poi, non guidare da ubriaco. Sei milionario, prendi un cazzo di taxi e non fare minchiate.

Il 5° giro lo abbiamo speso l’anno scorso per il TE Swaim, che mi pare abbia ricevuto addirittura 3 palloni in 16 partite. Non aggiungo altro.

6° giro, ecco il CB, ecco Rams…no, non è lui, ma è sempre un CB, bensì Chris Anthony Brown che, stufo di condividere il palco con Khalifa, Snoop Dogg e Will.I.Am ha deciso di darsi al football. Con dei buoni risultati, perchè (andate a vedervi qualche video e leggetevi qualche articolo) pare proprio che sia una piccola gemma che potrebbe diventare di inestimabile valore (fa che sia come Richard Sherman, fa che sia come Richard Sherman…).

Altro 6° giro, ecco la S che ci libererà da quella chiavica di Jeff Heath, ti do il mio più caloroso benvenuto Kavon Frazier!

Un attimo di pausa, ci mancano solamente altre due pick sempre al 6° giro.

Mr. Jones, mi dica la verità, si è chiuso da solo nella war room lasciando tutto il resto del coaching staff e front office al di fuori, vero ?

Questo suo silenzio spiega molte cose, soprattutto perché prendere l’ennesimo RB, Darius Jackson,  mi sembra un’ideuzza che nessuno sano di mente avrebbe potuto partorire.

Ma c’è l’ultima pick, sono certo che si redimerà.

Ah.

Però.

Rico Gathers.

Un ala grande.

Lei sa che è proprietario di una squadra di football e non di basket, vero?

Si chiude il sipario, si riaccendono le luci. Ci rivediamo, forse presto, forse a Settembre. Chi lo sa, voi intanto continuate a leggerci e supportarci.

Go Cowboys!!!

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.