La situazione del roster 2021 dei Cowboys – Offense edition

La Free Agency (17 Marzo 2021) e il Draft (29 Aprile 2021) si stanno avvicinando per cui è giunto il tempo di dare un’occhiata al roster dei Dallas Cowboys, cercando di identificare dove il Front Office dovrà agire per rinforzare il team e quali sono quindi le needs primarie.

In questa seconda parte esamineremo la Difesa dove, a differenza dell’Attacco, ci sono molti problemi da affrontare a causa dei contratti in scadenza e soprattutto a causa della pessima stagione 2020.

Defensive End

Sotto contratto: Lawrence, Demarcus; Gregory, Randy; Anae, Bradlee; Armstrong, Dorance; Carter, Ron’Dell;

Free Agent: Smith, Aldon;

Dallas ha una solida coppia titolare in DeMarcus Lawrence e Randy Gregory. A completare il roster ci sono Dorance Armstrong, che ha giocato dignitosamente l’anno scorso quando è stato chiamato in causa, Bradlee Anae e Ron’Dell Carter che, invece non hanno quasi mai giocato e che potrebbero entrare nelle rotazioni del 2021. Visto che i Cowboys porteranno cinque o sei DE nella stagione, quindi devono cercarne almeno un uomo in più.

Il team potrebbe voler utilizzare la Free Agency per puntellare il roster prima del Draft, ma prima dovrà decidere cosa fare su Aldon Smith che è stato l’unico acquisto i FA che l’anno scorso ha funzionato davvero: in effetti, dopo la buona annata, il costo per trattenerlo potrebbe essersi alzato abbastanza da far sì che la famiglia Jones, spesso parsimoniosa in Free Agency, non scelga di sforzarsi molto per riportarlo indietro.

Sebbene quindi Dallas possa anche andare alla ricerca dei FA esterni, è improbabile che prendano in considerazione quelli migliori disponibili (ovvero quelli più costosi), perché probabilmente intravedono solo una need per migliorare la profondità del roster ma non quella per un potenziale starter. Ciò significa che qualsiasi acquisizione di questo tipo in FA sarà ancora una volta legata ad una scommessa (ossia giocatori in cerca di rilancio tipo Aldon Smith o Everson Griffen nel 2020) visto che i DE sono una posizione in cui i migliori nel ruolo vogliono essere pagati molto profumatamente.

Ciò rende il Draft il modo più probabile per aggiungere del talento in questa posizione, dal momento che i rookie hanno un contratto basso per contenere i costi del tetto salariale. Anche se probabilmente ci sono priorità più alte per rendere il DE un’opzione ai primi due giri, ci sono buone possibilità che i Cowboys useranno una scelta al terzo o quarto giro per rinforzare il reparto.

Defensive Tackle

Sotto contratto: Hill, Trysten; Gallimore, Neville; Woods, Antwaun; Hamilton, Justin;

Free Agent: Crawford, Tyrone;

Neville Gallimore nella stagione precedente si è fatto strada per un ruolo da titolare a seguito di buone prestazioni quando è entrato stabilmente nelle rotazioni. Va ricordato anche che Trysten Hill, dopo un anno da rookie nel 2019 da dimenticare, tornerà da un infortunio avendo giocato discretamente un paio di partite iniziali della scorsa stagione. Per la profondità del roster in questo ruolo ci saranno anche Antwaun Woods (che è un RFA il che significa chei Cowboys  possono pareggiare, se lo desiderano, ogni tipo di offerta esterna) e Justin Hamilton. In ogni caso ci sarà bisogno di uno starter come Nose Tackle che per lo schema di Dallas si traduce in un DT 1-tech. Sembra possibile nuovamente la firma di Gerald McCoy, che è stato perso per infortunio all’inizio del training camp 2020, visto che si sono separati con il FO di Dallas apparentemente in buoni rapporti  (secondo le fonti interne pare che sia stato coinvolto come tutor di Gallimore essendo anche stati nella stessa alma mater).

Anche qui, come di consueto, non sembra esserci alcun interesse per un free agent con un elevato prezzo di mercato ma potrebbe comunque arrivare una firma di un DT di secondo o terzo livello abile contro il running game avversario, sperando che non si riveli come un altro Dontari Poe.

Siamo tutti consapevoli da tempo dell’avversione dei Cowboys per l’utilizzo di una scelta al primo turno su un DT, ma questa classe al draft conferma proprio questo approccio visto che non ci sono talenti a livello di linea difensiva che possano giustificare una chiamata alla pick #10: le cose sembrano invece molto più interessanti nei round intermedi (3 e 4), dove potrebbe esserci un buon valore e dove si potrebbe pescare un buon prospetto da inserire subito nelle rotazioni.

Linebacker

Sotto contratto: Vander Esch, Leighton; Smith, Jaylon; Gifford, Luke; Bernard, Francis; Kamara, Azur;

Free Agent: Lee, Sean;  Thomas, Joe; March, Justin;

Qui è proprio una vera sfida per il nuovo coaching staff difensivo perché, anche se torneranno i titolari dell’anno scorso, Jaylon Smith e Leighton Vander Esch, nessuno dei due è sembrato all’altezza per gran parte della stagione di quanto mostrato nel 2018 quando avevano giocato a livello di top 10 LB (e soprattutto nel caso di LVE c’è una tendenza a saltare partite a causa di infortuni). Ritornerà anche il trio di ex UDFA Luke Gifford, Francis Bernard e Azur Kamara che potranno fare solo numero al training camp e, al massimo, una % ridotta di snaps in stagione ma niente di più.

Di conseguenza i Cowboys hanno bisogno sia di profondità e probabilmente anche di anche di uno starter. Joe Thomas potrebbe essere uno dei nostri free agent da rifirmare ad un prezzo ragionevole per dare profondità al roster così come Justin March che è sempre stato molto apprezzato. Invece Sean Lee sembra destinato al ritiro, o almeno a non essere rifirmato.

La free Agency sarà probabilmente affrontata qui allo stesso modo della linea difensiva ovvero i Cowboys non dovrebbero spendere molto per un LB. Ciò avrà quindi ripercussioni sul Draft, dove il FO in passato ha comunque speso già abbastanza per la posizione visti gli investimenti fatti in Jaylon Smith e LVE che sono stati scelti rispettivamente al secondo e al primo giro: c’è qualche potenziale prospetto top 10 al prossimo Draft, ma scegliere un LB al primo giro significherebbe come una bocciatura per uno dei due.  Altrimenti si pescherà al secondo giorno del Draft, dove i Cowboys potrebbero essere in grado di trovare comunque uno starter di valore.

Prevedere quello che farà il FO qui è ovviamente difficile, ma visti gli investimenti fatti su Jaylon Smith e LVE, potrebbe anche essere il caso che Dallas dia un ulteriore chance ad entrambi e prendere quindi un LB solo al terzo giorno del prossimo Draft, per dare al reparto solo un po’ di profondità nel caso arrivasse già la firma di uno starter di buon livello in FA.

Cornerback

Sotto contratto: Diggs, Trevon; Brown, Anthony; Robinson II;, Rashard; Burton, Deante;

Free Agent: Awuzie, Chidobe; Lewis, Jourdan; Goodwin CJ;

La free agency minaccia di togliere una grossa fetta dal roster, con Chidobe Awuzie, Joudan Lewis e l’asso degli special teams C.J. Godwin tutti pronti a cercare dollari altrove. Ciò lascia Dallas con i soli Anthony Brown, Trevon Diggs, Deante Burton e Rashard Robinson . Per un ruolo da titolare a CB, ci sono alcuni grandi nomi in FA ma con prezzi dei cartellini molto alti: Richard Sherman è stato menzionato a causa della sua connessione con il DC Dan Quinn ma vista l’età non sarebbe una mossa saggia. Se c’è una posizione comunque in cui il FO potrebbe essere disposto a spendere qualcosa in FA potrebbe essere sicuramente quella del CB, anche se le richieste per uno qualsiasi dei migliori nel ruolo sono importanti: sarebbe comunque auspicabile la firma di almeno uno tra Awuzie e Lewis al giusto prezzo.  Nel caso non arrivasse una firma di uno starter da affiancare a Diggs e Brown (che potrebbe comunque essere sacrificato e tagliato in nome del salary cap) i Cowboys potrebbero considerare di usare la loro scelta al primo giro per andare a prendersi il loro ragazzo: infatti con il talento che esce dal college e lo spettro di una secondaria disastrosa, questa è una posizione che entra nella discussione per la decima scelta assoluta al prossimo Draft. Ci sono comunque anche diversi nomi intriganti che potrebbero essere lì disponibili al secondo o terzo round ma si presume che la scelta del CB arrivi entro il secondo giorno e non oltre.

Safety

Sotto contratto: Wilson, Donovan; Thompson, Darian; Reggie; Robinson; Parker, Steven;

Free Agent: Woods, Xavier;

Per molti anni, i Cowboys hanno snobbato questa posizione sia al Draft che in FA e pare proprio che con l’avvento di Dan Quinn e la sua cover 1-3, che prevede per la Free Safety un ruolo di primo piano, questo debba finire presto. Mentre i Cowboys sembrano aver trovato una box safety all’altezza in Donovan Wilson, il ruolo di FS sembra invece assolutamente da ricostruire: Reggie Robinson II, scelto come CB nel 4 giro del Draft 2020, è l’unico attualmente a roster in questa posizione. Dato che ha visto pochi snaps come FS la scorsa stagione, è difficile avere molta fiducia che lui sarà la soluzione definitiva, soprattutto perché alcuni pensano che debba tornare al suo ruolo naturale di CB. Potrebbero provare a rifirmare Xavier Woods, che ha avuto comunque una regressione nel 2020 rispetto agli anni precedenti, ma si tratterebbe comunque di un ripiego. Dallas ha anche Darian Thompson e Steven Parker a roster ma nessuno dei due sembra essere il titolare che la squadra sta cercando.

L’anno scorso il FO ha cercato di pescare in free agency, ma Ha Ha Clinton-Dix non è nemmeno riuscito ad entrare nel roster dei 53 dopo il training camp. C’è comunque una speranza di pescare un buon prospetto al Draft al secondo giorno e comunque non oltre il quarto round, altrimenti si rischia ancora di vedere titolare un altro free agent firmato tra gli scarti degli altri teams.

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.