I Cowboys hanno in corso un restyling difensivo, cosa possiamo aspettarci ?

Spesso si tende a concentrarsi sull’attacco per giustificare una stagione conclusa con un insoddisfacente 8-8, il Coach non è aggressivo, il QB non è elite, il RB non corre più con la stessa determinazione, il WR droppa troppi palloni ecc… Ma a dirla tutta l’attacco del 2019 è stato decisamente competente in pressoché ogni categoria tanto da classificarsi Top 5 in Total Offense (1°), Passing e Rushing Offense (2°e 5°), in Scoring Offense (5°) e in Third Down Offense (2°), un attacco 9° per palle perse che avrebbe tranquillamente potuto vincere 10/11 partite se non fosse in alcuni casi per l’incapacità del proprio Kicker di mettere i calci “facili” (1 su 5 – 20% tra le 40 e le 49 yds), ed in altri per una Difesa troppo poco aggressiva.

Parliamo quindi di una Difesa che si è barcamenata tra la 9° e la 22° posizione in praticamente ogni statistica, fatta eccezione per la Difesa sui terzi down (2°) e le palle recuperate (25°). Il problema che non può non balzare agli occhi è semplice, i Cowboys hanno draftato un alto numero di Difensori per sistemare questo aspetto del gioco (tra il 2014 e il 2019 10 Difensori scelti nella Top 100) ma i risultati sono assolutamente deficitari. Dei 10 Difensori scelti, 9 sono arrivati dai primi due Round del Draft, e a parte Lawrence e Jaylon Smith che hanno già ricevuto un prolungamento di contratto, alcuni andranno presto pagati mentre altri hanno già lasciato il nido.

Ma ovviamente, il personale a disposizione è solo una parte del problema, il sistema di gioco e la scarsa aggressività sono stati ampiamente rimessi in discussione da un Front office che ha optato per un vero “restyle” di filosofia, sotto un nuovo HC e un nuovo DC. La differenza di approccio balza facilmente all’occhio in questo grafico che illustra come si sono posizionate a livello di Blitz Rate le Difese di Marinelli, Mc Carthy e Nolan dal 2010 ad oggi.

In pratica quasi nessuna squadra NFL ha blizzato meno dei Dallas Cowboys dal 2013 a oggi, si capisce altresì che Mc Carthy a GB era a suo agio nello sguinzagliare la propria Difesa a caccia del QB avversario, mentre per Nolan la situazione è ondulatoria anche per il fatto che non sempre in questi anni ha avuto la responsabilità di chiamare i giochi. Ci tocca quindi a questo punto ritornare al personale e domandarci come pensano i Cowboys di migliorare avendo lasciato andare alcuni dei loro migliori difensori ?

Forse la risposta giusta è che alcuni giocatori scelti per lo stile di gioco di Marinelli (Cover 3 base con in linea stunts tra DT “piccoli” e una serie di giocatori alle loro spalle concentrati ad impedire big plays) non possono essere adatti al nuovo stile di gioco. I primi segnali parlano chiaro in questa direzione, con i Cowboys non intenzionati a svenarsi per buoni giocatori come Jones, Quinn, Collins o Heath, evidentemente poco adatti alle idee di Nolan e Mc Carthy. Cosa significa quindi tutto ciò ? Che serve buttare oggi le basi per costruire una Difesa diversa che vada oltre il 2020. Per farlo serve principalmente pescare giocatori al Draft, ma il Draft arriva dopo la Free Agency e allora per i Cowboys è importante costruire la “profondità” prima di aggiungere la “qualità”, anche perché la qualità in Free Agency si paga molto, molto cara.

Ad oggi i Cowboys hanno messo a segno 4 firme per la Difesa: Gerald McCoy, DT – Dontari Poe, DT – Maurice Canady, CB – Ha Ha Clinton-Dix, S. Tutti questi giocatori sono arrivati ad un costo basso, in pratica per molto meno di quanto verrà pagato il solo Byron Jones a Miami. Se solo due o tre di questi diventeranno titolari o ruoteranno spesso in campo, il costo dell’intera operazione sarà largamente giustificato.

Per come la vedo io i due DT (Poe e McCoy) e la loro stazza renderanno più facile la vita dei LB’s, ed è ovvio che ci saranno molti meno stunts in linea e più uno contro uno sia in pass rush che sulle corse dove tenteranno di imbottigliare il centro per allargare gli attacchi. Questo in termini molto basici ovviamente, dato che ancora non sappiamo con che tipo di front e di coperture giocheranno. Per Clinton-Dix giocare in una Difesa che mette pressione davanti non è una novità e lo stesso è per Canady, Poe e McCoy hanno giocato fronte 3 e fronte 4 e non hanno bisogno di particolari adattamenti.

Naturalmente ne sapremo molto di più sulle intenzioni dei Cowboys al Draft. Come abbiamo detto, quello che è stato fatto è stato fatto per dare profondità alla squadra, coprendo alcuni buchi con competenti professionisti, e in questo modo non ci sono ruoli assolutamente forzati in cui scegliere nei primi due giorni di Draft, di modo che se anche uno dei due top WR dovesse scivolare in zona Cowboys potrebbe essere preso in serissima considerazione. La 17, la 51 e la 82 danno possibilità di scegliere tre giocatori di qualità, e se a beneficiarne fosse la Difesa ogni tipo di prospettiva cambierebbe anche a livello contrattuale per il futuro prossimo venturo.

Safety, DE, DT e CB sono tutti ruoli in cui la scelta di un talento al Draft migliorerebbe istantaneamente questa Difesa, ma è vero anche che se in uno di questi ruoli non capita un giocatore capace di inserirsi come starter dal giorno 1, la firma di questi veterani aiuterebbe a non andare in modalità panico e concederebbe di scegliere comunque il miglior giocatore disponibile. Il Front Office dei Cowboys si è quindi messo in una situazione di non dover forzare una scelta e riuscire comunque a indirizzare tra i primi tre pick almeno uno se non due tra questi ruoli. Facendolo metterebbero delle solide basi per una nuova Difesa lasciandosi anche buono spazio di manovra finanziario per il futuro.

E’ fine Marzo, ma oggi sembrano più preparati al Draft rispetto a dieci giorni fa.Vi è piaciuto questo articolo ? Seguite il blog e volete supportare quello che facciamo ? Aiutarci è semplicissimo, potete effettuare una donazione diretta utilizzando il tasto “Donate Paypal” alla destra della pagina, o potete semplicemente fare qualche click sui banner pubblicitari che compaiono sempre a destra della pagina. Anche il più piccolo aiuto ci consentirà di fornirvi un prodotto sempre all’altezza delle vostre aspettative. Grazie !

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.