Film Room – La bella gioventù, Leighton Vander Esch e Jaylon Smith vs Seattle

Dopo tanta bruttura, voglio concentrarmi oggi sulla prestazione di due giocatori che per motivi diversi, sono molto attesi dai tifosi dei Cowboys. Entrambi comunque sono pezzi molto importanti perchè sono arrivati per rinforzare un reparto che tanti problemi ci ha dato, soprattutto per via della tendenza all’infortunio di uno dei giocatori più importanti dell’intera squadra: Sean Lee. Naturalmente stiamo parlando di Linebackers e di Jaylon Smith e Leighton Vander Esch.

Cominciamo con il rookie LVE che, verosimilmente, avrà il compito di sostituire Sean Lee già alle prese con i suoi soliti problemi ad un Adduttore, infatti la percentuale di snap giocati dal nuovo arrivato è già salita esponenzialmente dal 25% di Carolina al 48% di Seattle. Per farvi capire quanto bene abbia giocato LVE contro i Seahawks, vi basti sapere che nel suo primo drive in cui ha messo piede in campo, verso la fine del secondo quarto, ha realizzato 5 placcaggi (2 solitari) nei primi 6 giochi per un totale di 1 yard guadagnata dagli avversari. La cosa più incoraggiante che posso constatare, è relativa al mio maggiore dubbio che avevo su di lui, ovvero la mancanza di fisicità nell’impatto e la scarsa voglia di colpire l’avversario che avevo notato nei filmati di Boise St.. Se è vero quello che ha mostrato domenica, LVE è un giocatore “nuovo” rispetto al College, lo si vede andare con decisione sull’uomo, colpire e placcare con decisione, tanto da farmi sperare che per la prima volta da diversi anni, questa Difesa potrebbe esprimersi ad ottimi livelli anche senza Sean Lee in campo.

Questo è una specie di video didattico per giovani LB’s. In questo 2° e 9 LVE usa una combinazione tra le sue lunghe leve, l’atletismo e la forza per sbarazzarsi del blocco, raggiungere il corridore e placcarlo

 

Guardate qui come individua il corridore, si ingaggia con il bloccante liberandosene e si abbatte sull’avversario per placcarlo

 

E per finire su questo 2° e 5 a metà dell’ultimo quarto ecco messa in mostra tutta la sua velocità nel andare sul corridore all’esterno e placcarlo.

 

Ma veniamo ora a Jaylon Smith, il vero oggetto misterioso di questi ultimi due anni. Un giocatore che secondo alcuni medici non avrebbe nemmeno più dovuto mettere piede in campo e che invece si è ritrovato in queste prime tre gare a giocare la maggior parte degli snap della Difesa (una media di 60 a partita) come MLB. Per apprezzarlo in pieno dobbiamo fare lo sforzo di dimenticare lo Smith del College e considerare un nuovo Smith, con un ruolo e delle movenze e una corporatura diverse da allora. Dimentichiamoci i tagli laterali e le coperture sui TE, ora la sua forza è la velocità, tanto da essere usato spessissimo come pass rusher. Qualche volta l’eccessiva velocità lo porta a qualche “overrun” e ogni tanto non riesce a finire le giocate o rimane incagliato sui blocchi, ma sono tutti aspetti perfettibili. I suoi miglioramenti da un anno all’altro sono lampanti sia come mobilità che come consapevolezza di quello che gli avviene attorno, e nonostante i possibili miglioramenti, è già un pezzo importante di questa risorgente difesa.

Qui in mostra tutta la velocità di Smith che però non chiude il placcaggio costringendo comunque Wilson all’errore

 

Aumenta anche la sua fiducia nelle coperture a uomo come in questa occasione dove Seattle tenta un pick play che Jaylon evita rimanendo col TE e placcandolo nonostante questo lo spinga palesemente prima della ricezione

 

Finiamo con questa azione del 4° quarto in cui Smith mette in mostra la sua velocità nel leggere e reagire al blocco per buttarsi nella mischia del placcaggio

 

Vi è piaciuto questo articolo ? Seguite il blog e volete supportare quello che facciamo ? Aiutarci è semplicissimo, potete effettuare una donazione diretta utilizzando il tasto “Donate Paypal” alla destra della pagina, o potete semplicemente fare qualche click sui banner pubblicitari che compaiono sempre a destra della pagina. Anche il più piccolo aiuto ci consentirà di fornirvi un prodotto sempre all’altezza delle vostre aspettative. Grazie !

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.