Cowboys Roster Projections: sfide posizionali in Attacco

Mancano ancora due mesi al training camp dei Dallas Cowboys a Oxnard, ma le Organized Team Activities (OTA) sono cominciate ieri e molti Insider pensano che ci sia già chiarezza sulla composizione del roster di 53 uomini.

Iniziamo questa analisi partendo dall’attacco, dove sicuramente la situazione appare più chiara e si prevede un roster formato da 2QB, 3RB, 6WR, 3TEs e 10 OL. In effetti, a livello di Attacco, potrebbero esserci solo tre battaglie principali di posizione da analizzare e solo una di esse per un ruolo da titolare.

Ecco le ipotesi più plausibili sul lato offensivo del roster:

Quarterback (sfida n. 1)

Dak Prescott è il titolare, poi ci sarà battaglia tra Garrett Gilbert, Cooper Rush e Ben DiNucci che potrebbero competere probabilmente in quest’ordine per un solo posto da backup.

Ma cosa accadrà una volta che arriverà Settembre ? I Cowboys avranno bisogno di un backup affidabile, come in un certo senso lo era stato Andy Dalton l’anno scorso, e al momento pare che non ci sia ancora questo giocatore a roster.

Non è detto infatti che qualcuno tra i suddetti QB già a roster potrebbe guadagnare il posto da QB n° 2, visto che, nelle settimane passate, prima J.T. Barrett (ex Ohio State) e poi il veterano free-agent Brett Hundley (che coach Mike McCarthy ha allenato ai Packers) hanno ricevuto un po’ di attenzione dal Front Office. Prima di allora, pare che fosse stato nel mirino anche Jeff Driskel, (che alla fine ha firmato con Houston) e in questi giorni si sta parlando addirittura di Robert Griffin III.

A Dallas quindi, per quanto riguarda il QB, è tutto ancora incentrato su Dak, e si spera che il #4 possa già essere pronto a svolgere gli allenamenti in questi OTA e soprattutto non incorrere in ulteriori infortuni perché altrimenti la stagione della squadra texana sarebbe ancora una volta compromessa, non avendo ancora un sostituto all’altezza.

Running Back (nessuna sfida)

Ezekiel Elliott si sta allenando duramente (come testimoniano i filmati apparsi di recente) per tornare in cima alla NFL per le yard corse.

Tony Pollard è qualcosa in più di un back up affidabile e quest’anno potrebbe avere anche più spazio specialmente nelle situazioni di passaggi fuori dal backfield.

Rico Dowdle dovrebbe essere il terzo RB come lo scorso anno.

Wide Receiver (sfida n. 2)

Possiamo prevedere che 6 giocatori entreranno a roster: ovviamente i primi 3 saranno Amari Cooper, CeeDee Lamb e Michael Gallup (arrivato all’ultimo anno di contratto) che punteranno di nuovo al traguardo delle 1.000 yard x 3.

Cedrick Wilson dovrebbe essere il quarto WR avendo anche abilità negli special teams come ritornatore.

Noah Brown, che è stato rifirmato in offseason, è sempre stato apprezzato per le sue doti da bloccatore e dovrebbe riuscire a entrare nel team.

Probabilmente l’ultimo posto lo dovrebbe ottenere il rookie Simi Fehoko, un gigante di 6’4’’ scelto al 5 giro del Draft 2021 da Stanford, che ha anche ottime doti di velocità e la cui possibile ascesa appare molto intrigante.

Però ci potrebbero anche essere delle sorprese a livello di WR fra gli UDFA, soprattutto TJ Washer che potrebbe portare una competizione importante, essendo un WR fisico (6’5’’ con una apertura alare di 84 pollici ovvero la più altra tra i WR e TE del draft 2021: non è azzardato pensare che questo UDFA potrebbe scalzare uno tra Cedrick Wilson o Noah Brown, i cui tagli potrebbero comunque far risparmiare un po’ di spazio salariale ai Cowboys.

Tight End (nessuna sfida)

Blake Jarwin ritorna dall’infortunio per fornire a Dak un’arma importante in campo aperto. Dalton Schultz, entrato in azione al suo posto, è emerso nel 2020 come un valido giocatore con 63 ricezioni per 615 yard e 4 TD.

Il nuovo arrivato Jeremy Sprinkle da Washington sarà il TE #3 e avrà un ruolo per lo più da bloccatore in sostituzione di Blake Bell ritornato ai Chiefs .

Offensive Line (sfida n. 3)

I primi quattro sono molto facili: Tyron Smith e La’el Collins sono rispettivamente il tackle sinistro e destro, Zack Martin è la guardia destra mentre Tyler Biadasz è il centro, e poi la battaglia per un posto tra i 10 OL a roster diventa molto interessante

Connor Williams è stato un titolare fisso come guardia sinistra negli ultimi 3 anni, ma Dallas ha bisogno ancora di migliorare in quel ruolo: Connor McGovern può alla fine essere il titolare e vincere il posto (in tal caso Williams potrebbe diventare non solo il backup come guardia, ma anche come tackle)

Se Williams sarà un OL di backup, Dallas potrebbe non aver più bisogno del 35nne Ty Nsekhe preso in free Agency come swing tackle: da non sottovalutare comunque il rookie Josh Ball scelto al 4 giro del Draft 2021 e che prima di essere coinvolto in accuse di molestie era un giocatore molto considerato al college.

A completare il reparto ci sono comunque Brandon Knight (che ha il vantaggio della flessibilità di posizione, giocando sia come guardia che come tackle) e Terrence Steele (che pare abbia la stima dello staff tecnico).

Da non sottovalutare il settimo round Matt Farniok che ha esperienza in tutti e 3 i ruoli della linea offensiva

Se volete dire la vostra ed avviare la discussione su questo ed altri articoli iscrivetevi al nostro nuovo canale Telegram a questo link: https://t.me/true_blue_blog

Vi è piaciuto questo articolo ? Seguite il blog e volete supportare quello che facciamo ? Aiutarci è semplicissimo, potete effettuare una donazione diretta utilizzando il tasto “Donate Paypal” alla destra della pagina, o potete semplicemente fare qualche click sui banner pubblicitari che compaiono sempre a destra della pagina. Anche il più piccolo aiuto ci consentirà di fornirvi un prodotto sempre all’altezza delle vostre aspettative. Grazie !

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.