Cowboys News and Notes – OTA, Contratti e molto altro

Partono oggi gli OTA, ovvero 3 sessioni di allenamenti volontari della durata di 3 giorni ognuno,  21/05 – 28/05 – 4/06 le date di inizio, dove la squadra inizierà a confrontarsi tra attacco e difesa e i rookie potranno affrontare per la prima volta i veterani. Queste 3 sessioni verranno seguite poi dagli ultimi giorni di allenamenti obbligatori. Tutto in preparazione del training camp che inizierà a fine luglio.

Se in genere questi allenamenti per i coach sono una prima visione dei nuovi arrivati e di quello che possono dare, questo anno ci sarà la novità del nuovo OC Kellen Moore che inizierà ad indottrinare l’attacco. Ha già dichiarato che lo stile offensivo non cambierà molto, ma cercherà di variare molte formazioni per creare confusione nelle difese avversarie e sfruttare la versatilità di molti nostri giocatori, Austin e Pollard su tutti. Come sempre speriamo che non ci siano infortuni gravi.

All’annuale evento golfistico, Stephen Jones ha parlato di contratti, inserendo un interessante argomento legato al marketing. Secondo Jones infatti i giocatori dei Cowboys potrebbero accontentarsi di ingaggi lievemente più bassi in funzione della loro possibilità di sfruttamento della loro immagine di giocatori dell’America’s Team nel mercato promozionale, e tirare fuori da lì eventuali soldi lasciati in stipendio. La proposta è sicuramente strana, ma nemmeno troppo peregrina essendo molti gli ex giocatori dei Cowboys che continuano ad avere mercato sia a livello promozionale che televisivo. “Non è certo compito dei giocatori gestire il Salary Cap, lo so perfettamente, ma devono capire che io e Jerry negoziamo sempre al meglio per poter ottenere un accordo il migliore possibile per entrambe le parti, e i giocatori devono pensare che lo facciamo per avere la possibilità di creare attorno a loro una squadra vincente. E’ palese che se questi giocatori riescono a mettersi un anello al dito, saranno leggende per lungo tempo di questa franchigia e questo non potrà che portare loro dei vantaggi in termini di visibilità al di fuori della squadra”

E questo ci porta al contratto di Prescott che sicuramente supererà i $65 milioni garantiti a Lawrence poco tempo fa. Presumibilmente si andrà sui $70 milioni garantiti e una cifra attorno ai 120 – 130 milioni totali, numeri da capogiro per un QB scelto come compensazione al quarto giro. “Sono soldi che cambiano la vita, – afferma Prescott – che dureranno per un intera generazione, ritengo quindi una benedizione per me trovarmi in questa posizione, ma io rimango concentrato sullo spogliatoio non sui numeri, quelli si sistemeranno da soli”

Travis Frederick sta facendo tutto quello che uno sportivo in salute può fare, alza pesi, corre e batte persino palle da baseball. Dopo mesi di cure e riabilitazione l’aspettativa è che sia starter dalla week 1 “Mi sento solido anche se rimango cauto e realistico sulla ma situazione, non voglio fare proclami perchè davvero non so a che punto sono e non lo saprò sino ad Agosto. Ma mi sento fiducioso e sono assolutamente soddisfatto di essere in grado di fare tutto quello che normalmente farei” I Cowboys non si aspettano di far partecipare Frederick a pieno regime alle prime attività, per certo non a quelle di Giugno, l’obiettivo è quello di averlo pronto per il Training Camp.

Sembra che durante il Draft numerosi Teams abbiano approcciato i Cowboys per proporre una trade che portasse a Dallas una Safety, ma i Cowboys hanno sempre declinato, sia perchè credono in quello che hanno, e perchè come dice Stephen Jones “Non tutte le Safety vanno bene per il nostro schema, ci propongono questa o quella safety, ma per accettare dovrebbe essere la Safety che va bene a noi. Certo continueremo a guardarci in giro, ma non abbiamo nessuna fretta, siamo a nostro agio con quello che abbiamo e sappiamo di poter giocare un ottima difesa già così, e siamo molto interessati alla competizione che abbiamo creato”

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.