Cowboys – Lions After Further Review – Quando l’attacco vende i biglietti ma vince anche la partita

Chiudiamo le chiacchiere sulla vittoria con i Lions analizzando un po’ di aspetti interessanti e di tendenze di attacco e difesa in generale.

L’attacco ha avuto una giornata davvero di tutto rispetto, più di 400 yds e 26 primi down, sono numeri vincenti. Ovviamente l’eroe di giornata è stato Elliott con le sue 240 yds di total offense, che non raccontano però nemmeno tutta la storia sulla sua utilità a questo attacco. Elliott infatti ha contribuito anche a far sì che il gioco aereo funzionasse anche quando non toccava direttamente la palla. Come ? E’ presto detto, Elliott contribuisce alla possibilità dei Cowboys di lanciare la palla sul profondo grazie alla minaccia che rappresenta, e grazie quindi alle play-action, specialmente nei primi down. Guardate ad esempio come si schiera la Difesa di Detroit su un 2° e 3.

I Cowboys sono in Personale 11 (3 WRs) e Detroit ha 7 giocatori nel box con una Safety e tre CB a uomo, ed è grazie a questo look della difesa che Dak può prendere i suoi “rischi” sul lungo. Non è lo stesso se ti ritrovi 3° e 9 ad esempio. Se ti ritrovi con questa squadra in una situazione di possibile passaggio o corsa, potete scommettere che le difese scommetteranno sulla corsa, e questo grazie al successo di Zeke e alla sua abilità a correre dietro questa OL.

Ovviamente la tua play-action deve essere “convincente” e sembra anche, almeno in queste prima 4 gare che il giocare in casa o fuori abbia influenzato alcune scelte. I Cowboys hanno infatti giocato 20 play-action nelle due partite casalinghe guadagnando 11 yds a giocata, mentre 10 nelle due trasferte con un guadagno di 4.4 yds in media. Un’altra cosa interessante da notare è come i Cowboys amino la shotgun, che spesso apre alla possibilità della Run Pass Option dal Personale 11. E’ anche però vero che correndo da questa situazione solamente il 25% delle volte rischiano di essere prevedibili. Eppure Prescott risulta molto più efficiente lanciando in situazione di corsa, o comunque prendendo lo snap da sotto il Centro, dove completa il 68.8% dei passaggi (contro il 60.6%) con un rate di 125 (contro 74.1).

Io lo so che molti non valutano adeguatamente il QB rating, ma tanto per essere più chiari, Prescott ha 25 gare in cui il suo rating è 80+ con un record di 22-3, e 12 gare con un rating sotto 80 con un record di 2-10. Passare la palla quando gli avversari si aspettano una corsa di Zeke, e preferibilmente in play-action, sembra al momento il miglio modo di sfruttare questa offense con questi giocatori. Perché questo piano non riesce anche in trasferta ? Probabilmente perché in trasferta spesso errori e penalità ci mettono in situazioni di secondo o terzo e lungo e le difese non si sentono minacciate da Elliott.

P.S. I Cowboys hanno usato Personale 13 (3TEs) in 9 giochi dove hanno guadagnato 66 yds di cui 58 su corsa in 8 giochi… Scott ma li vogliamo usare questi TE ? Ne hai voluti 4….

La Difesa rimane ancora un oggetto sconosciuto, magari non quella lacrimevole dell’immediato post Wade Phillips, ma nemmeno una difesa su cui contare per vincere le partite. I Cowboys sono 3° con 14 sacks, ma l’idea diffusa che tanti sack facciano una buona difesa, cozza contro la realtà del 32° posto in palle recuperate con solo 2. Questo porterebbe ad un totale di 8 in stagione, e se pensate che l’anno peggiore della storia dei Cowboys in questa statistica, il 2015, ne ha viste 11, beh potete cominciare a tirare fuori i fazzoletti.

Contro Detroit la vittori è arrivata, ma non si può certo attribuirla alla difesa. Difesa che arrivava alla partita come numero 1 nella NFL per explosives plays (20+ yds) concessi con 4, a Detroit ne hanno concessi 7… cero 11 a questo punto è un ottimo numero, ma 7 in una partita…difficilmente si vince e le lavagne scagliate da Richard la dice lunga su quanto la questione stia a cuore al Coaching Staff. Altrettanto clamoroso aver vinto una partita in cui il QB avversario ha portato a casa 8.7 yds a passaggio con un rating di 131.5 (!!!), tenendo presente che i Cowboys sono 2-19 in gare con il QB avversario con un rating di 125+ e zero palle perse…naturalmente entrambe le vittorie sono arrivate con Detroit…

Ma in generale ogni numero della difesa non appare quello di una vittoria, e all’occhio balzano due cose, l’inefficienza dei DT (escluso per quando ci gioca Tyrone Crawford), reparto che spera di ritrovare nuova linfa con il rientro di Irving, e le anonime prestazioni di Gregory, uno dei giocatori più attesi, ma meno incisivi della DL.

Vi è piaciuto questo articolo ? Seguite il blog e volete supportare quello che facciamo ? Aiutarci è semplicissimo, potete effettuare una donazione diretta utilizzando il tasto “Donate Paypal” alla destra della pagina, o potete semplicemente fare qualche click sui banner pubblicitari che compaiono sempre a destra della pagina. Anche il più piccolo aiuto ci consentirà di fornirvi un prodotto sempre all’altezza delle vostre aspettative. Grazie !

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.