Cowboys 37 – Eagles 10 – Moore riapre il playbook, la difesa domina e i Cowboys fanno scempio degli Eagles

Che Doug Pederson volesse dare seguito ai suoi proclami, più o meno ritrattati in settimana di una “vittoria garantita”, lo si è visto subito al lancio della moneta, quando ha scelto di ricevere il kick off per la prima volta dal 2016. Pederson sente che c’è bisogno di una partenza decisa e con il piede giusto, serve mettere punti contro una difesa in difficoltà nelle ultime gare come quella dei Cowboys, e infatti è subito primo down. Tutto questo mostrare i muscoli dura però 45 secondi, il tempo per fare arrivare la palla al TE Dallas (…) Goedert che perde però la maniglia su un colpo di Jaylon Smith e i Cowboys recuperano la palla all’interno delle 50 degli Eagles. È la prima volta che si comincia un drive nella metà campo avversaria quest’anno e Prescott non perde tempo a muovere la palla in collaborazione con Zeke fino alle 20 avversarie. Un sentito bentornato alle pagine meno spiegazzate del playbook di Kellen Moore dal quale esce un passaggino all’indietro su una motion di Austin che con un paio di mosse finisce la sua corsa in end zone. 7-0 Cowboys.

E se una palla recuperata ci fa godere, che ne dite di due in fila ? Lawrence, ancora sotto l’effetto delle parole di Pedersen, strappa la palla dalle mani di Wentz, Woods ricopre il fumble e Dak riprende dalle 16 avversarie. Stavolta ci pensa Elliott che in due portate mette il risultato sul 14-0, tanto sarebbe bastato, dato che gli Eagles chiuderanno a 10 punti, ma perché farsi mancare il punteggio più alto e lo scarto più largo della stagione, proprio nello statement game contro i “simpaticissimi” rivali divisionali ? E allora a tutto ciò seguiranno 51 minuti di dominio assoluto dei Cowboys che recupereranno ancora due palloni, con un altro fumble di Wentz sullo snap e un intercetto di Woods, annullata da un contro intercetto di Prescott in end zone, ma in quel momento sul 30-10 con 11:07 da giocare, la cosa non è apparsa particolarmente grave. Semmai da notare il coraggio della chiamata che, pur non essendo strettamente necessaria, ha dimostrato che in faretra Moore ha anche questo e (almeno in casa e sopra di 20) non si spaventa a chiamarlo.

La creatività delle prime tre partite è tornata per incanto con tutto il campionario di motion, play actions e lanci sul profondo. Dak in palla e voglioso di usare anche le gambe come dimostra il TD del definitivo 37-10. 6 i ricevitori utilizzati e 27/36 il bilancio passaggi corse con un bell’equilibrio nonostante il largo vantaggio acquisito. 239/189 il bilancio yds su passaggio/corsa con Zeke e Cooper entrambi oltre le 100 yds. Ancora qualche flag di troppo, con uno Smith particolarmente in difficoltà ed evidentemente ancora non del tutto recuperato dall’infortunio alla caviglia.

Ma lo spotlight deve andare sulla Difesa, assolutamente ottima per praticamente tutta la partita. Ciò nonostante gli infortuni a LVE e Robert Quinn che hanno entrambi abbandonato la partita prematuramente. Ma Kerry Hyder e Joe Thomas hanno riempito il vuoto in maniera ammirabile, quest’ultimo coadiuvato da un sempre efficace Sean lee. Male solo, in termini di penalità concesse, l’unico TD Eagles è arrivato su un drive tenuto in vista praticamente solo da nostre flags.

In generale è comunque andato tutto bene, compreso un altro lunghissimo FG di Maher, stavolta da 63 yds, e per la prima volta in tutto l’anno le situazioni contingenti hanno consentito ai Cowboys di iniziare i drives spesso da posizione invidiabile. I Cowboys sono apparsi davvero troppa roba per degli Eagles in chiara difficoltà con gli infortuni, e Dallas porta a casa la terza vittoria divisionale su tre prendendo un bel vantaggio sulle avversarie. Ma la lotta per la Division non è ancora finita e dopo il bye, che dovrà servire a recuperare al meglio possibile gli infortunati, saremo chiamati a confermarci nel MNF contro i NY Giants.

Vi è piaciuto questo articolo ? Seguite il blog e volete supportare quello che facciamo ? Aiutarci è semplicissimo, potete effettuare una donazione diretta utilizzando il tasto “Donate Paypal” alla destra della pagina, o potete semplicemente fare qualche click sui banner pubblicitari che compaiono sempre a destra della pagina. Anche il più piccolo aiuto ci consentirà di fornirvi un prodotto sempre all’altezza delle vostre aspettative. Grazie !

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.