Cowboys 31 – Rams 7 – After Further Review – Offense Edition

Prima di prendere in esame più dettagliatamente la prestazione dell’Attacco contro i Rams, soddisfo volentieri la richiesta di Giampi, e andiamo a vedere il TD di Harris, che in effetti è un azione bella e interessante per come è preparata, e per come si sviluppa.

E’ primo down e 10 dalle 24 dei Rams. Nell’immagine qui sotto vi ho segnato solo le cose che ci interessano, che sono comunque un po’. Personale S11. In alto c’è Williams che ha una “Come back Route”, poi Harris che ha una semplice “Go Route”, Witten che parte in linea corre una “Seam Route”. Di fianco a Romo c’è Murray, che ha maltrattato STL per tutta la giornata, e che effettuerà una playaction, e andrà invece a prendere il CB Blitz portato da Finnegan con l’ausilio di Leary, che nel frattempo si è staccato dal lato sinistro per rafforzare la finta di corsa. Il blitz del CB è importante perché porta la Safety sul lato di Harris (il rookie McDonald) a doverlo prendere in consegna, ma soprattutto a presumere che il blitz costringa Romo a lanciare una traccia “Hot” (entro le 10 yds) su Harris.

1

Romo però sa di essere tranquillo e coperto dal lato di Finnegan, e effettua la sua playaction senza problemi. McDonald, sempre presumendo una “Hot Route” (e grazie alla playaction) avanza di qualche yard, mentre Harris si lancia a tutta velocità. Nel frattempo Witten con la sua traccia si porta via in sequenza prima un Lineman, poi un LB e la Safety sul lato debole, lasciando così McDonald senza aiuto sul profondo (come si vede bene nella FOTO 3).

2

Questo è il momento in cui Romo ha deciso di lanciare su Harris, che nel frattempo ha già battuto Mc Donald costretto ad arrancare al suo fianco. Vorrei farvi notare che Tony aveva ben tre opzioni molto più semplici in Williams, Witten e Bryant, che avrebbero comunque preso un primo down, ma ha scelto di mettere la palla nella finestra più stretta per massimizzare il risultato, mostrandoci il Romo casalingo, quello fiducioso.

3

Per ultimo mi piace mostrarvi quello che è per me il momento chiave che avviene ben prima dello snap, con Romo che suggerisce a Leary di staccarsi. Infatti Murray sarebbe stato sufficiente a bloccare il blitz di Finnegan, ma con il movimento di Leary la playaction è risultata ancora più credibile.

4

Bello quando il gameplan installato in settimana porta a successi come quello di Domenica con i Rams. Un gameplan che prevedeva di correre con convinzione e continuità, e che è stato perseguito grazie anche al fatto che, in sostanza, ha funzionato dal primo snap. L’efficienza del gameplan è un nodo fondamentale nella perseveranza nello stesso, non sappiamo dove sta il confine oltre il quale un gameplan risulta inefficiente e quindi viene cambiato, o addirittura stravolto in corso d’opera, ma di certo non è il caso di Domenica. I numeri in questo caso sono stati subito incoraggianti se nel primo drive Callahan ha chiamato 6 corse per 44 yds, e nel secondo drive 4 corse per 44 yds. Dopo 10 giochi aver guadagnato 88 yds via terra deve aver dato una certa confidenza nel playcaller per perseverare in quello che era il suo piano, sino a chiudere con 34 portate per 193 yds.

Romo ha dovuto passare poco, e soprattutto il primo tempo lo ha visto effettuare una pletora di lanci corti e spesso veloci. Io credo che anche questo facesse parte del gameplan, e fosse dovuto ancora alle sue condizioni fisiche, e ad agevolare il compito di Smith e Free, entrambi alle prese con due temibilissimi pass rusher come Quinn e Long. Nel secondo tempo le cose sono state più rilassate per Romo, e anche i suoi lanci si sono allungati, e ha colpito con due bei passaggi Escobar e Harris per i TD da oltre 20 yds. In totale per lui solo 25 lanci, ma se guardiamo alle statistiche è un bene per i Cowboys che, con Romo che lancia meno di 30 volte sono 21-4, mentre solo 16-30 quando lancia più di 35 volte in una partita. Interessante no? Ed ora altri numeri.

Il computo Corse-Passaggi è 34-25, la media di partenza è stata dalle nostre 36, nei primi downs abbiamo corso 22 volte e passato 5, la media di yds da guadagnare nei terzi downs è stata di 5.18 yds, abbiamo convertito 5 terzi downs su 11 (45%), il primo gioco di ogni drive è stato una corsa 8 volte su 10, e abbiamo giocato in Shotgun 28 volte su 59 giochi (47.4% questo significa essere bilanciati !!!).

Un momento in più vorrei soffermarmi sui Personali utilizzati questa settimana. Bill Callahan ha infatti utilizzato molto il Personale 11 per correre, ma perché è importante questa scelta ? Se sei in Personale 21 stai dichiarando corsa e le difese caricano il Box, stesso discorso se ti presenti con Personale 12. Ma se hai in campo 1 RB e 1 TE (Witten) con 3 WR, con ogni probabilità ti troverai ad affrontare una Difesa con 1 o 2 LB in meno in campo, e quindi meno gente pesante da spostare. Non dico che sia la panacea di tutti i mali, ma può fare le cose un pochino più semplici. Da Personale 11 infatti abbiamo corso 10 volte su 12 per 36 yards. Bene anche il Personale 12 sulle corse, 9 su 13 per 61 yards, e questo è importante perché dimostra un grande miglioramento nei blocchi da parte dei nostri TE, e quindi in futuro maggiore flessibilità. Il Personale 13 schierato 5 volte ha portato frutti sui passaggi 2 per 32 yards. Il Personale più utilizzato è stato l’S11, 21 volte, ma in maniera bilanciata, 9 corse per 87 yards e 12 passaggi per 103 yards.

Contro di noi la Difesa di STL ha blizzato 10 volte su 25 opportunità, il 40%, la stessa percentuale dei Chiefs. Da parte nostra la Pass Rush ha visto 3 uomini in 2 giochi, 4 uomini in 13 giochi e 5 uomini in 10 giochi.

Per concludere, si può dire che abbia davvero funzionato tutto. Ora ci aspettano due squadre contro le quali sarà necessario segnare molti punti, ma rispetto alla decisamente brutta vittoria lo scorso anno contro TB, questa volta tutti escono dal campo vincenti e fiduciosi di potersela giocare contro tutti. Fiducia ben riposta ? Vedremo.

Print Friendly, PDF & Email

2 Comments

  1. Reply Post By azazel

    Ottima, come al solito, l’illustrazione dello schema giocato, poi ci sta un lancio che nelle diapositive non si vede, ma che noi tutti sappiamo che se lo fa Brady o Peyton vengono giù gli scienziati a raccontarcelo :paper: 😀

  2. Reply Post By giampi

    Grazie Roby, come sempre super chiaro !
    I numeri, sono numeri, ed illustrano benissimo l’andamento del match.
    Vuoi vedere che a Valley Ranch hanno seguito le discussioni sul nostro blog di settimana scorsa e ci hanno preso in parola ???
    Ah ah ah, bravi ragazzi, GO COWBOYS !!!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.