Cowboys 24 – Packers 34 – I Cowboys trovano un altro modo per auto infliggersi un’altra sconfitta con i Packers

Già di per sé Cowboys – Packers è una partita di richiamo per la storia delle due Franchigie, metteteci la situazione di due squadre partite a razzo ma incappate entrambe in una sconfitta la settimana precedente, e avrete tutti gli ingredienti per il tipico Prime Time Game. Ma, come sempre accaduto nel recente passato, le partite giocate nel giardino di Jerry Jones hanno un solo padrone, e non è il padrone di casa. La vittoria di GB porta le stigmate di un’autopunizione inflittasi dall’attacco dei Cowboys che, tra errori, penalità e esecuzioni a dir poco rivedibili, si è scavato la fossa di un rapido 31-3. Da quel momento ogni gameplan è stato stracciato per aprire il gioco per tentare una furiosa rimonta che non si è poi realizzata.

Una sconfitta che porta il record delle sfide con i Packers all’AT&T 0-4, ed ognuna di queste sconfitte, pur seguendo uno svolgersi diverso tra loro, porta il marchio della sconfitta nella battaglia delle palle perse/recuperate. Una sequenza frustrante, se è vero che la produzione dell’attacco in termini di punti e yards è sempre stata più che soddisfacente, tenete conto che i 24 punti di domenica sono stati di gran lunga il peggior risultato dei quattro. Ma la sostanza è semplice, in tutte e quattro le partite Green Bay non ha commesso gli errori che hanno immancabilmente commesso i Cowboys.

  • 2003 – Sul 36-31 a 3 dalla fine Romo lancia un intercetto su un secondo down
  • 2016 – 28-13 con 22 minuti da giocare Prescott si fa intercettare in red zone su un 2°e 1
  • 2017 – sul 24-22 con 10 minuti e un 2°e 7 da giocare all’interno delle nostre 15, Williams si fa rimbalzare in mano un facile passaggioche viene intercettato e riportato in TD
  • 2019 – …avete solo l’imbarazzo della scelta…

Un attacco che dà l’idea di poter guadagnare terreno a piacimento, una cosa deve fare, non andare sotto nel +/- delle palle perse. Non approfittare di una partita in cui GB non ha avuto un WR oltre le 30 yds e 4 su 12 per 55 yds totali su tutti i WR, è assolutamente sanguinoso. Ma i Cowboys hanno perso 3 palloni in più dei Packers e Aaron Rodgers non ha mai avuto fretta di sbagliare, e infatti, come spesso accade, non ha sbagliato. Certo agevolato da una prestazione dell’altro Aaron, Jones, non certo uno conosciuto per essere un Top RB nella Lega, ma la giornata disastrosa di LVE, quello lo ha fatto sembrare, e il totale di 182 total yds su 26 tocchi rende l’idea.

Poteva essere la partita della consacrazione, ma le cose sono andate così tanto male, così presto che i Cowboys la partita nemmeno se la sono potuta giocare, di certo non ad armi pari. Le armi migliori, Zeke e le playactions, sono presto diventate inutilizzabili, e nono ostante tutto sembrava poter essere a vantaggio dei Cowboys, nulla ha girato dalla parte giusta. Ora la squadra è soggetta al pubblico ludibrio, e nessuno sembra potersi salvare o tirare fuori dalla disfatta. Il QB è stato scarso, Amari Cooper ha sbagliato tutto quello che poteva sbagliare seppure all’interno di una partita statisticamente straordinaria, la OL sembrava di burro e il difensore migliore ha inanellato la peggior prestazione della sua breve carriera.

Ci sono giornate in cui non puoi che accettare la sconfitta, e questa è stata talmente frutto di una prova pessima del collettivo che non resta davvero che girare pagina e provare a guardare avanti. I Cowboys avevano la chance di convincere tutti di non essere solo un bluff di inizio stagione, e le ultime due settimane sono solo servite a confermare l’opposto, e i sogni di gloria devono per ora rimanere nel cassetto. Per battere squadre pretendenti al titolo, devi per prima cosa non batterti da solo, Domenica non è successo.

Vi è piaciuto questo articolo ? Seguite il blog e volete supportare quello che facciamo ? Aiutarci è semplicissimo, potete effettuare una donazione diretta utilizzando il tasto “Donate Paypal” alla destra della pagina, o potete semplicemente fare qualche click sui banner pubblicitari che compaiono sempre a destra della pagina. Anche il più piccolo aiuto ci consentirà di fornirvi un prodotto sempre all’altezza delle vostre aspettative. Grazie !

Print Friendly, PDF & Email

One Comments

  1. Reply Post By Joe

    Fire Garrett…. lo dico da 4 anni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.