Che coperture difensive usano i Dallas Cowboys ?

Durante la Offseason non abbandono mai l’idea di accrescere le mie conoscenze in termini di tecnica e tattica. Per questo quando mi riesce cerco di portare avanti questa sezione che avevamo chiamato “X’s and O’s” per condividere con voi che ci leggete, e avete fame di comprensione del gioco, i miei progressi. Naturalmente cerco, e non potrebbe essere altrimenti essendo io un semplice appassionato e non un tecnico, di rimanere basico e comprensibile, ma anche a questo livello per così dire “alto”, c’è sempre molto di interessante da imparare.

Cogliendo l’occasione del Draft, che ha in un certo modo rivoluzionato la nostra secondaria, ho voluto andare a vedere quali sono i tipi di coperture che la Difesa dei Cowboys usa più spesso. Chiunque di voi abbia mai giocato a Madden sa perfettamente che di ogni tipo di copertura, esistono numerosissime varianti, se vi schierate in Cover 1 ci sono N varianti che potrete usare per cercare di mettere fuori equilibrio il vostro avversario ma, come ho detto prima, qui rimarremo ad una cifra generica.

Avrete sentito alla nausea ripetere che Marinelli predilige utilizzare una variante della Cover 2 detta “Tampa 2”. In realtà dalle statistiche che ho potuto mettere insieme, che probabilmente non sono precise al 100% ma hanno comunque un alto grado di attendibilità, risulta che Marinelli usa la “Cover 2” per un 25% circa degli snap Difensivi (quindi non sempre la Tampa 2 che come abbiamo detto è una variante della Cover 2), per un altro 25% circa la “Cover 3”, per un 45% circa la “Cover 1” e per il restante 5% più o meno, altre formazioni tra cui la “2-Man”. Non l’ho scritto, ma fate sempre conto che di fianco ad ogni nome di copertura ci sia “e le sue varianti”.

Cover 1

Partiamo quindi dalla copertura più usata da Marinelli. Nella foto sotto ne vedete un esempio ed è facilmente identificabile dalla presenza di una singola Safety profonda combinata ad una copertura a uomo per il resto dei difensori.

La Cover 1 è una copertura man to man che ha però un uomo extra utilizzabile. Nell’esempio qui sopra è Sean Lee che sta sulle 15 e può essere utilizzato come spy sul QB o in marcatura come “libero” nel breve. Tutti gli altri come vedete sono a uomo con la sola Safety profonda a pattugliare che non accada nulla nel profondo di cui andare ad interessarsi.

I problemi sorgono se non hai difensori adatti all’ 1 contro 1, in caso di evidenti mismatch e se l’attacco usa le famigerate “roub-rutes” o “pick-plays”. Ci sono QB che amano vedere le Difese in Cover 1, per la Difesa è un modo di assicurarsi che i ricevitori non abbiano molto spazio.

Cover 3

E’ la Difesa portata al grande successo da Seattle, che i Cowboys hanno dichiaratamente preso ad esempio, quanto meno da un punto di vista di concetto, è in sintesi una Difesa a zona con i CB’s che cercano di spinger i propri uomini verso le Safety profonde senza concedere l’esterno (tecnicamente si dice che difendono in “outside leverage”). I 4 giocatori più vicini alla linea di scrimmage, generalmente i 3 LB’s e la terza Safety, giocano le tracce intermedie a zona con gli occhi rivolti al QB. In questo modo la Difesa ha schierati 8 uomini contro le corse, ma può dropparne 7 in copertura sui passaggi, concedendo al Defensive Coordinator una Difesa aggressiva che non si espone però eccessivamente.

Piccolo tecnicismo: i Cowboys spesso partono da uno schieramento di Cover 2 per trasformarlo in Cover 3 allo snap con una Safety che si sposta profonda nel centro del campo e le altre due Safety che scendono a dar man forte ai LB’s

Contro questa Difesa i QB cercano di colpire sulle sidelines tra i CB’s e le Safety, in alternativa devono cercare il medio-corto mentre i difensori cercano di arrivare in massa sul ricevitore. Certo è una copertura molto più semplice se hai un Richard Sherman che può giocare a zona utilizzando concetti di difesa a uomo e Earl Thomas, la miglior “centerfield-Safety” della NFL. Se le Safety sbagliano angolo il big play è praticamente assicurato.

Cover 2

E’ una copertura molto prudente, la vedrete infatti nella maggior parte dei terzi e lungo o negli ultimi 2 minuti. E’ una copertura che ha l’obiettivo di tenere molti uomini profondi di modo che il QB non possa che giocare nel medio corto, limitando il guadagno e consentendo al cronometro di correre. In pratica i CB’s accompagnano i ricevitori sulla sideline così da avere 4 uomini profondi e 3 nel medio-corto, trasformandola in una specie di Cover 4. Per battere questa difesa il QB deve cercare il “soft spot” tra i LB’s e le Safety.

2-Man

Utilizza gli stessi principi della Cover 1 solo che in questo caso le Safety profonde sono 2.

Ci sono molte altre combinazioni, ma queste sono quelle diciamo più usate. Resta da vedere i giocatori scelti al Draft  in che direzione porteranno le decisioni di Marinelli, intanto speriamo di avervi dato qualche strumento in più per capirlo.

 

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.